venerdì 28 agosto 2015

Tartellette ai frutti di bosco


Primo post dopo le ferie, devo dire che mentre tornavo dalle vacanze avevo in mente solo questa  ricetta pensavo alle nocciole, ai frutti di bosco, alla frangipane... non mi importava delle mille lavatrici, delle pulizie, di ricominciare con la solita routinne... il chiodo fisso era poter infornare le tartellette!!! 
In più le ragazze del bunker di Recake 2.0 sono state fantastiche e hanno posticipato la scadenza a fine agosto... non si può non partecipare!
Come dice Carla di Tiramiblu non fate mezza dose! Mai affermazione fu più azzeccata per questo dolce. Ascoltatela e fate la dose intera, non ve ne pentirete! 
Ingredienti (10/12 tartellette):
Per la pasta frolla: 
225g di farina (per me farina per dolci NutriFree)
30g di zucchero
½ cucchiaino di sale
110g di burro non salato, molto freddo
2 tuorli d’uovo
½ cucchiaino di essenza di mandorle

1-2 cucchiai di acqua fredda

Per la crema frangipane:
125g di burro non salato, ammorbidito
125g di zucchero a velo
3 uova
½ cucchiaino di essenza di mandorle
125g di nocciole tritate 

30g di farina

Marmellata ai frutti di bosco (per me Rigoni di Asiago

Procedimento:
Pasta frolla:
Setacciate insieme la farina, lo zucchero e il sale. Aggiungete il burro freddo tagliato a pezzettini  e lavorate veloceente utilizzando solo la punta delle ditafino a formare delle grosse briciole.
Lasciare da parte. Con una forchetta, sbattere leggermente i tuorli e l’estratto di mandorla mescolare nel composto di farina. Continuare a mescolare e aggiungete l'acqua, facendo attenzione ad aggiungere solo l’acqua necessaria a formare un impasto leggermente appiccicoso.
Formare un disco di pasta, avvolgerla in pellicola trasparente e conservare in frigorifero per almeno 30 minuti.

Crema frangipane:
Montate con fruste elettriche il burro e lo zucchero per un minuto o fino a quando il composto non risulta molto soffice. Aggiungete le uova, una alla volta, amalgamandole bene.
Potrà sembrare che il composto stia facendo l’effetto “caglio” ma non fatevi prendere dal panico;andrà tutto bene.
Dopo aver aggiunto tutte e tre le uova, versare l’estratto di mandorle e mescolare per circa altri 30 secondi. Aggiungete con il cucchiaio la farina e le nocciole tritate mescolando bene.

Assemblaggio delle tartellette:
Posizionare il disco di pasta fredda tra due fogli di carta forno infarinati e stendete la pasta a 5 mm di spessore.
Trasferite la pasta frolla negli stampini e tagliare la pasta in eccesso. Riparare agli eventuali buchi, fessure o rotture con i pezzi ritagliati. Fate raffreddare le tartellette in freezer per 15 minuti.
Rimuovete la teglia dal freezer, ricoprire con la marmellata fino a metà e riempite con la crema frangipane.
Cuocete in forno già caldo a 200° per 20 minuti.

Ecco la locandina di Recake 2.0 presa dal blog Tiramiblu di Carla

Con questa ricetta partecipo anche al Gluten Free (Fri)Day #GFFD
Per info guardate qui: Gluten Free Travel&Living
Un sito pieno di ricette e nuove idee per tutti!



9 commenti :

  1. Bellissime, davvero bravissima! E devono essere deliziose....superlativa!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Welda!!! Sono davvero buone! :D

      Elimina
  2. Elisa cara, le tue tortine hanno un aspetto magnifico, posso immaginare il sapore!!! Adoro la crema frangipane e di solito la preparo con mandorle ridotte in farina, ma questa tua versione con le nocciole deve essere irresistibile! La proverò al più presto! Baci e ben ritrovata! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Leti! Il frangipane è buonissimo sia con le mandorle che con le nocciole, con queste ultime ha un sapore più forte e sta benissimo con la marmellata ai frutti di bosco. Fammi sapere se ti piace!!! Un bacione! :D

      Elimina
  3. Perché pensare alle cose brutte e tristi??? Tu sei troppo solare, ecco perché hai pensato a queste! <3

    RispondiElimina
  4. Bravissimissima!!
    Grazie per aver giocato con noi <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te!!! Con questa ricetta vi siete superate!!! <3

      Elimina
  5. Elisa, di farne metà dose non se ne parla nemmeno!! Ciao <3

    RispondiElimina